“Cittadini si cresce”: l’educazione va a scuola

Presentato ieri a Siena il catalogo delle proposte di Unicoop Firenze per le scuole

SIENA. Un catalogo di proposte educative che parla il linguaggio della realtà con tante attività, alcune nuove e altre già rodate, che coinvolgeranno le scuole toscane, da quelle primarie alle secondarie di secondo grado.

Fare esperienza nel mondo, allenarsi a essere buoni cittadini, trasformare il sapere in saper fare, apprendere “come fare per” e passare dalla teoria alla pratica e dall’aula al mondo: questo il senso del catalogo presentato ieri pomeriggio presso il Palazzo di Rocca Salimbeni di Siena dove un numeroso pubblico di insegnanti ha sfogliato le proposte per l’anno scolastico 2017-2018.

Ad arricchire l’incontro la partecipazione di Loretta Secchi, curatrice e responsabile del Museo tattile di pittura antica e moderna Anteros – Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza di Bologna, testimone di esperienze creative rivolte a persone da disabilità visive che possono causare difficoltà di partecipazione e integrazione nel contesto sociale. Sul tema, nel 2016, alcune scuole cittadine sono state coinvolte nel progetto educativo Noi con gli altri con laboratori tattili e visite al buio del Complesso Museale di Santa Maria della Scala: grazie anche al contributo dell’Unione italiana Ciechi e Ipovedenti di Siena, il percorso ha portato alla realizzazione di una tavola tattile dell’affresco di Domenico Beccafumi Incontro di Gioacchino ed Anna alla Porta d’Oro, custodito nella Cappella del Manto del Complesso Museale di Santa Maria della Scala e con un’azione teatrale ispirata allo stesso, così da rendere l’opera originaria fruibile da un pubblico ampio e differenziato.

Il pomeriggio si è concluso con una visita organizzata da Unicoop Firenze per i docenti che hanno partecipato all’incontro: un’occasione di scoperta di un luogo importante del territorio, Rocca Salimbeni il prestigioso palazzo duecentesco scrigno di tesori artistici, storico- archivistici e librari.

Nel nuovo catalogo le attività spaziano da progetti di pochi incontri, a programmi più articolati con attività in aula, al supermercato, in giro per la città, in visita a luoghi d’arte o, addirittura, su un palcoscenico: le proposte ruotano intorno ai temi dell’alimentazione e del benessere, dell’ambiente, della cultura e dell’arte e della solidarietà, con percorsi incentrati sull’incontro con l’altro, sull’interazione e sull’esperienza sul campo come occasione per agire il cambiamento.

Alcune delle proposte sono dedicate all’abc dell’alimentazione, per scegliere il cibo giusto per stare bene, con attenzione agli sprechi e alla sostenibilità dei consumi, alla catena della produzione e alla sicurezza alimentare.

Consumo equo e sostenibile, non solo di cibo ma di tutte le risorse del pianeta quali acqua, aria, terra e territorio: a partire dal proprio “orto” quotidiano, per arrivare all’intero ecosistema, il catalogo porta la riflessione su grandi temi come la biodiversità, le manipolazioni genetiche e la desertificazione che intaccano le riserve delle future generazioni. L’ambiente viene esplorato in tutti i suoi aspetti anche come arte, cultura, storia che i ragazzi potranno conoscere con uscite in luoghi significativi per la comunità. Il catalogo porta così la riflessione proprio sul tema della comunità, come luogo di identità ma, al tempo stesso, di accoglienza, nel quale combattere gli stereotipi e promuovere relazioni solidali nei confronti dell’altro, che questo sia lo straniero, l’immigrato o il rifugiato, o chi è diversamente abile, di altro sesso o altra generazione.

Nel mese di settembre in tutta la Toscana sono in calendario presentazioni del catalogo, con 17 appuntamenti rivolti ai docenti che da ormai 35 anni rispondono con grande partecipazione alle proposte della Cooperativa: per dirla in numeri, nell’anno scolastico 2016-2017 le attività hanno coinvolto settantamila studenti, suddivisi quasi equamente fra scuole primarie (46%) e scuole secondarie (54%). Migliaia anche gli insegnanti che hanno partecipato, per un totale di oltre tremila adesioni arrivate da quasi ottocento scuole.

A Siena, mercoledì 13 settembre, Palazzo di Rocca Salimbeni, Piazza Salimbeni 1 – ore 16 e a Colle Val d’Elsa, mercoledì 20 settembre, Museo San Pietro, Via Gracco del Secco 102 – ore 16.