All’Università la medaglia Prigogine a Stuart Kauffman

Con una lezione sull'origine della vita sulla terra, con teorie complementari a quelle darwiniane, Kaufmann ha spiegato l'importanza delle relazioni e delle connessioni nei sistemi complessi

SIENA.  E’ stata consegnata stamattina, nell’aula Magna dell’Università di Siena, la medaglia Prigogine allo scienziato americano Stuart Kauffman, professore di Biochimica all’Università della Pennsylvania, medico, studioso di biologia teorica e di sistemi complessi.
Con una lezione sull’origine della vita sulla terra, con teorie complementari a quelle darwiniane, Kaufmann ha spiegato l’importanza delle relazioni e delle connessioni nei sistemi complessi, come è quello della vita sulla terra, in cui le interconnessioni portano a effetti non lineari e spesso imprevedibili.
Istituita nel 2004 e assegnata nel 2005 al professor Enzo Tiezzi dell’Università di Siena, la medaglia è conferita in memoria di Ilya Prigogine, premio Nobel per la Chimica nel 1977, lo scienziato considerato il padre degli studi sui sistemi biologici ed ecologici. A Siena, il fondatore degli studi su chimica, fisica e ambiente è stato il professor Enzo Tiezzi, che ha lasciato un’importante eredità di studio e ricerca: il gruppo di Ecodinamica, da lui fondato e guidato oggi dalla professoressa Nadia Marchettini e dal professor Simone Bastianoni, è un’equipe di ricercatori del dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente, che ha l’obiettivo di promuovere soluzioni per uno sviluppo duraturo e sostenibile, con progetti di didattica e ricerca scientifica.

Nelle foto, la consegna della medaglia Prigogine da parte della professoressa Nadia Marchettini dell’Università di Siena e del professor Giorgio Passerini, in rappresentanza del Wessex Institute of Technology.