10 nuovi autobus extraurbani per Tiemme

Da gennaio ad oggi sono stati acquistati 35 nuovi mezzi: altri 60 arriveranno nel 2019

SIENA. Con la piena ripresa delle attività lavorative e scolastiche di settembre, Tiemme mantiene il suo impegno nel rinnovare la flotta di autobus. Nella giornata di oggi, sabato 15 settembre, si è infatti svolta una doppia inaugurazione di 10 nuovi bus extraurbani, rispettivamente presentati a Torrita di Siena ed Arezzo.

I nuovi mezzi andranno a sostituire quelli più obsoleti presenti nel parco, così da portare avanti l’obiettivo di abbassare l’età media ed introdurre in servizio autobus di ultima generazione a beneficio dell’utenza che ogni giorno, per motivi di studio o di lavoro, si muove sul territorio provinciale o regionale con i mezzi pubblici.

I 10 nuovi bus completano il lotto di 35 nuovi mezzi acquistati da gennaio 2018 ad oggi a beneficio di tutte le sedi operative di Tiemme (Arezzo, Grosseto, Siena e Piombino), nell’ambito della nuova gestione dei servizi di trasporto pubblico regionale che ha portato alla nascita del soggetto unico gestore, denominato One Scarl, e alla firma del “contratto ponte” con la Regione Toscana, in vigore fino al 31 dicembre 2019.

Nella prima mattinata di oggi, sabato 15 settembre, il primo taglio del nastro ha interessato 5 bus e si è svolto a Torrita di Siena, in presenza del presidente di Tiemme Massimiliano Dindalini, del direttore generale Piero Sassoli, dell’assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli, del sindaco di Torrita di Siena, Giacomo Grazi, del sindaco di Sinalunga, Riccardo Agnoletti, e del consigliere di amministrazione di Tiemme, Marisa Perugini.

La seconda inaugurazione, di ulteriori 5 bus, si è svolta in piazza S.Agostino ad Arezzo. Al taglio del nastro sono intervenuti il Presidente di Tiemme Massimiliano Dindalini, il Direttore Generale Piero Sassoli e l’assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli, e il consigliere provinciale Donato Caporali.

“Stiamo mantenendo fede all’impegno che ci siamo presi con i nostri utenti – spiega Massimiliano Dindalini, Presidente di Tiemme -. A fronte del nuovo sistema tariffario che è entrato in vigore nelle scorse settimane, stiamo continuando ad investire risorse importanti per migliorare la qualità dei nostri servizi, a beneficio di tutti coloro che ogni giorno si muovono in bus per raggiungere i rispettivi luoghi di lavoro o di studio. Da gennaio ad oggi sono arrivati già 35 nuovi bus e altri 60 arriveranno nel corso del 2019, così da abbassare l’età media della nostra flotta extraurbana, ovvero quella che, rispetto ai mezzi urbani, presenta un’età media più avanzata”.

I 10 nuovi bus sono di ultima generazione e dotati dei migliori standard attualmente presenti sul mercato in termini di sostenibilità ambientale (motorizzazione Euro 6) ma anche comfort di viaggio per i passeggeri, sicurezza e tecnologia a bordo con, ad esempio, la rete wi-fi gratuita. Tra i vari servizi è compresa anche la videosorveglianza di bordo.

 “I nostri investimenti per rinnovare la flotta sono costanti – prosegue Piero Sassoli, Direttore Generale di Tiemme Spa – basti pensare che dal 2010 ad oggi abbiamo complessivamente acquistato 328 autobus, tra Tpl, servizi noleggio e scolastici. In autofinanziamento abbiamo investito circa 29 milioni di euro a fronte di un importo complessivo di oltre 45 milioni di euro di risorse. Conosciamo bene le esigenze quotidiane dei nostri passeggeri e cerchiamo di dare risposte concrete per raccogliere le loro segnalazioni e i loro input”.

“Questi nuovi bus extraurbani – ha detto l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli partecipando al taglio del nastro – andranno a sostituire quelli più ‘anziani’ presenti nel parco mezzi di Tiemme, in modo da abbassare l’età dei bus in circolazione e di conseguenza aumentare sia il comfort che la sicurezza del viaggio. Il progressivo ‘ringiovanimento’ dei mezzi pubblici in circolazione è uno dei punti forti del contratto-ponte firmato dalla Regione con l’azienda One Scarl, di cui Tiemme fa parte. Abbiamo affidato per due anni il servizio pubblico su bus a One Scarl in attesa degli esiti della gara regionale sul tpl, ma abbiamo chiesto che molte dei miglioramenti previsti dalla gara venissero ‘anticipati’. Nei 2 anni di contratto, entreranno in servizio complessivamente oltre 400 nuovi autobus, che altrimenti non avremmo avuto. Così come la possibilità di geolocalizzare tramite AVM tutti i bus e poter tracciare il loro percorso, in modo che gli utenti sappiano esattamente dove si trova l’autobus e tra quanto arriverà. Sono passi in avanti importanti per un servizio migliore, in linea con i principali stati europei”.

I 10 bus sono, rispettivamente, 6 a marchio Iveco CrossWay Pro, da 10,80 metri di lunghezza; 2 da 14 metri di lunghezza marca Scania; 2 da 12 metri di lunghezza sempre a marchio Scania.

I bus sono di ultima generazione, con motorizzazione Euro 6 e con le migliori dotazioni di bordo quanto a tecnologie, standard di sicurezza e comfort di viaggio, compresa la rete wi-fi gratuita che consentirà alla clientela di utilizzare i propri dispositivi in mobilità. Dotati di doppia porta centrale, i bus prevedono la postazione per il trasporto di passeggero diversamente abile nonché il sollevatore per la movimentazione da terra a bordo.