Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Torrita: Giacomo Grazi ha presentato la sua squadra

Due donne e due uomini di elevato profilo professionale e capacità politiche

TORRITA DI SIENA. Una platea numerosa, tra i quali spiccava la presenza dell’ex ministro delle Finanze Pier Carlo Padoan, ha accolto presso il teatro di Montefollonico i nomi dei quattro componenti della giunta che guiderà Giacomo Grazi nel secondo mandato.

E’ stato proprio il candidato a primo cittadino a voler presentare i componenti della nuova squadra, senza dire però quali saranno le deleghe loro attribuite. Se non quella voluta fortemente dall’attuale sindaco per la valorizzazione e lo sviluppo dello splendido borgo montanino, già motore del turismo di Torrita. Delega che andrà a Natascia Volpi, mamma di due bambini e lavoro da ingegnere nella pubblica amministrazione: ricopre attualmente il ruolo di responsabile del servizio edilizia in un comune della Valdichiana. Natascia Volpi è orgogliosa di essere tra i fondatori del Partito Democratico, per il quale è stata segretario Torritese fino al 2013, misurandosi nello stesso periodo con l’esperienza amministrativa di consigliere comunale, assessore all’Unione dei Comuni e presidente del Centro Pari Opportunità della Valdichiana Senese. Un bel curriculum politico, insomma, di tutto rispetto. Nel presentare il nuovo assessore Giacomo Grazi ha detto che Natascia “Ha accettato di mettersi nuovamente a disposizione della politica torritese perché crede nel Partito Democratico e nel progetto della coalizione fatto di idee concrete, di persone motivate e desiderose di essere a disposizione della comunità, per crescere e far crescere, tutti insieme, il nostro Paese”. Natascia Volpi nel presentarsi al pubblico ha citato un pensiero del Mahatma Ghandi : “Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo”.

L’altra donna della nuova Giunta Grazi sarà Laura Giannini, “Che nell’ultimo mandato ha maturato l’esperienza di consigliere comunale – ha spiegato Giacomo Grazi – impegnata proficuamente sotto il profilo politico nelle commissioni edilizia, urbanistica, attività produttive e ambiente”. Laura Giannini è stata scelta in quanto “Il suo profilo culturale è affine alla necessità di dare risposte che fossero indirizzate ad agevolare investimenti con i quali si potessero raggiungere molteplici obiettivi a vantaggio della comunità torritese – ha detto Grazi presentandola – perché se da un lato si va a migliorare l’aspetto estetico e funzionale di alcuni edifici e zone del Comune, dall’altro si hanno ricadute positive sui cittadini, sia dal punto di vista economico che dei servizi erogati”. Laura Giannini ha tenuto a dire che la sua formazione scientifica come chimico la porta ad approcciarsi ai problemi in modo pragmatico: “Se c’è un obiettivo da raggiungere spendiamo le nostre energie per trovare la strada migliore, e non per criticare chi ha scelto un’altra strada”.
Due donne e due uomini dunque. Tra questi c’è Roberto Trabalzini che dal 2014 al 2019 ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale di maggioranza, prendendo parte alle commissioni cultura e istruzione, presiedendo quella dello sport e associazionismo. Nel presentarlo Grazi ha detto di lui che: “Nei trascorsi cinque anni abbiamo avuto modo insieme di arricchire il nostro bagaglio di conoscenze in materia di pubblica amministrazione e abbiamo maturato nuove esperienze nella programmazione e realizzazione di progetti quali, il sistema di accoglienza dei richiedenti asilo, l’abbassamento delle aliquote per i servizi a domanda ed il Summer Camp per i più piccoli, l’adozione dell’istituto del baratto amministrativo ed eventi quali il Borgo dei Libri, il Peter Park e, non ultimo, l’European Blues Union”. Insomma una comune esperienza di lavoro che rende collaudatissimo il rapporto tra il Sindaco uscente e Roberto Trabalzini, il quale nel presentarsi al pubblico ha dichiarato che “L’essere stato chiamato a poter far parte della giunta di questa coalizione di Centrosinistra rappresenta per me un motivo di orgoglio, una coalizione che alle sue basi ha valori quali l’antifascismo, l’accoglienza e, soprattutto, l’attenzione verso le classi più deboli. Questi temi, che ho sempre avuto a cuore, hanno determinato il mio modo di affrontare la vita nel quotidiano e nelle associazioni di cui anche attualmente faccio parte, come Priore della Contrada Le Fonti e consigliere della Pubblica Assistenza”.
 
A completare la squadra degli assessori ci sarà Mario Landolfi, torritese di adozione, dirigente dell’Agenzia delle Entrate esperto quindi di fisco e gestione delle risorse umane. Landolfi non è nuovo della politica, tra il 1995 e 1999 vanta di una esperienza amministrativa come assessore al comune di Montepulciano.  “La scelta di Mario viene fatta nel segno della continuità con la precedente amministrazione – ha spiegato Giacomo Grazi – nel cercare di concludere i progetti già approvati e di provare a migliorare quello che non va ancora perfettamente”. Una macchina amministrativa che avrà bisogno di esperienza e capacità “perché dovremo certamente continuare a mantenere il bilancio in ordine e non gravare ulteriormente con i tributi locali sulle tasche dei cittadini”. D’altra parte l’Amministrazione uscente si è caratterizzata anche per il lavoro di contrasto al mancato pagamento dei tributi locali, che ha liberato non poche risorse per l’Ente che ha potuto limare le aliquote delle imposte locali. “Spero, naturalmente in caso di vittoria alle elezioni, di poter dare un aiuto concreto alla crescita del nostro paese”, ha dichiarato Mario Landolfi.