Rosignoli (PD) parla di fusione Torrita-Montepulciano

Elena Rosignoli

TORRITA DI SIENA. Elena Rosignoli, neo segretaria del Pd di Torrita di Siena, sente la responsabilità del ruolo che la gente del suo partito le ha affidato. Ma non è per nulla spaventata. Tra gli impegni che la vedranno da subito in prima linea c’è il Progetto di Fusione con Montepulciano, a proposito del quale ha le idee chiare: “Il progetto di fusione è una questione seria, che riguarda i cittadini torritesi e poliziani, cioè coloro che saranno chiamati a votare al referendum. E’ un processo che si compirà quindi per mezzo della libera e democratica espressione di volontà della nostra comunità”. Per Elena è fondamentale che i torritesi siano consapevoli del proprio futuro, che quando gli sarà messa tra le mani la possibilità di esprimersi sulla Fusione, sappiano che la scelta non appartiene solo al presente, ma riguarderà le future generazioni. “E’ giusto che la gente di Torrita abbia la possibilità di attingere informazioni riguardo a questo progetto in modo sereno, che sia libera di farlo. Per questo ritengo ingiusto il tono da perenne delegittimazione che qualcuno ha assunto strumentalmente per creare confusione, alzare polveroni, apposta per tenere lontana la gente”.

Oltre alla Fusione Elena Rosignoli lavorerà ad una piattaforma programmatica che servirà a calibrare il partito alla realtà di Torrita, affinché questo possa essere strumento utile di intercettazione dei bisogni di ogni ordine e grado, attorno ai quali organizzare risposte concrete e commisurate alle risorse, sia in termini materiali che ideali.