Primo giorno di scuola a Montepulciano

Il saluto dell’Assessore comunale all’istruzione alla classe dirigente del domani Nuovo percorso con maggiore sicurezza per gli studenti dei Licei e del Redi – Caselli

MONTEPULCIANO. A Montepulciano la campanella del primo giorno di scuola è suonata per ben 2.500 ragazzi di cui oltre 1.300 iscritti alle scuole superiori (Licei Classico, Scientifico e Linguistico e I.S.I.S. Redi-Caselli) e gli altri 1.200 distribuiti su buona parte del territorio comunale tra Scuola per l’Infanzia (circa 270), Scuola Primaria (590) e Secondaria (circa 380).

Una complessa macchina organizzativa che conferma il ruolo di importante polo scolastico rivestito da Montepulciano e che coinvolge non solo scuole e famiglie ma anche il Comune, istituzione locale di riferimento, e l’intero sistema dei trasporti e della viabilità.

Francesca Profili, Assessore all’Istruzione del Comune di Montepulciano, ha visitato alcune delle numerose sedi scolastiche distribuite sul territorio, incontrando i Dirigenti, gli insegnanti, il personale ma soprattutto gli studenti, ai quali ha portato il saluto dell’Amministrazione Comunale e l’augurio per un buon anno scolastico.

“Con i ragazzi ho parlato anzitutto di civile convivenza, di rispetto reciproco e delle regole che esistono per rendere possibile una vita di comunità” racconta l’Assessore Profili. “Le norme di comportamento non vanno vissute come limitazioni della propria individualità ma sono fondamentali per far andare avanti la società in ogni sua articolazione, per prima proprio la scuola. E poi – prosegue Profili – ho provato a far riflettere gli studenti sul valore dello studio che non serve solo ad imparare nozioni ma insegna a ragionare ed a formarsi una propria opinione. Insomma, tra regole e studio, la scuola forma i cittadini di domani, le classi dirigenti del futuro, ma educa anche alla vita; ecco perché è importante che i ragazzi abbiano consapevolezza del percorso che stanno effettuando e dell’attenzione che dedichiamo loro”.

“Lo studio è un diritto intoccabile del quale per prime devono farsi garanti le Istituzioni” dichiara il Sindaco Andrea Rossi. “E la scuola deve essere il luogo ideale per un confronto aperto e senza pregiudizi, per accettare le differenze e apprezzarle come risorsa messa a disposizione della collettività, dove le fragilità individuali siano sostenute. Insomma, una sorta di palestra in cui sia possibile allenarsi continuamente all’integrazione, in cui superare le disuguaglianze senza mai discriminare, un luogo di inclusione che unisca e non divida”.

Come preannunciato, poi, con l’inizio dell’anno scolastico 2018-2019, i pullman che effettuano il servizio mattutino, trasportando gli studenti verso la Cittadella degli Studi (Licei Poliziani e ISIS Redi – Caselli) hanno regolarmente utilizzato il nuovo tracciato stradale.

I mezzi hanno quindi percorso Via di Martiena e poi Via Loris Fortuna fino alla fermata che permette la discesa in sicurezza degli studenti e l’utilizzo del marciapiede esistente per raggiungere le scuole. I pullman hanno inoltre osservato la fermata di metà percorso, pensata per gli studenti del Liceo “San Bellarmino” che possono ugualmente raggiungere la scuola tramite un breve percorso pedonale. In questo modo la maggior parte dei ragazzi non percorre più a piedi Via Bernabei dall’Autostazione per iniziare le lezioni. Sono infatti dodici (su venti complessive) le corse che raggiungono direttamente le scuole. Al termine dell’orario gli studenti riprendono invece i propri pullman al terminal bus.

“Abbiamo fatto un grosso passo avanti sul piano della sicurezza sia dei ragazzi sia degli automobilisti che percorrono Via Bernabei” afferma con soddisfazione il Sindaco Andrea Rossi. “La creazione di un percorso alternativo che alleggerisse un movimento che interessa quasi 1.000 persone, tra giovani e insegnanti, era sentita da più parti e l’Amministrazione Comunale si è impegnata per creare un percorso alternativo per i bus, almeno al momento dell’ingresso a scuola. Ci siamo riusciti, moltissimi hanno già apprezzato tutti i vantaggi di questa soluzione, non ci fermiamo qui per rendere sempre più sicuro un momento che deve essere sereno come l’inizio quotidiano delle lezioni”.

La Polizia Municipale ha potenziato l’abituale sorveglianza con personale dislocato nei punti nevralgici del traffico mattutino, sia quelli abituali sia quelli derivanti dalla nuova viabilità. E dopo il test effettuato a giugno, d’intesa con Tiemme, l’azienda di traporto pubblico, le prime due giornate “a regime” hanno mostrato la piena funzionalità del servizio. Naturalmente questo iniziale periodo di esercizio consentirà di mettere ancora più a punto l’intero sistema, sempre nell’interesse primario della sicurezza degli studenti.