Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Murlo a TourismA per valorizzare la storia etrusca del territorio

Durante la tre giorni fiorentina sono state presentate le otto “Vie degli Etruschi in Toscana”

MURLO. Il Comune di Murlo è stato protagonista a TourismA, evento internazionale che si è svolto a Firenze e che rappresenta un momento unico di esposizione, divulgazione e confronto di tutte le iniziative legate alla comunicazione del mondo antico e alla valorizzazione delle sue testimonianze. Durante la tre giorni fiorentina sono state presentate le otto “Vie degli Etruschi in Toscana” una serie di itinerari turistici e culturali facenti parte del prodotto turistico omogeneo “Toscana Terra Etrusca” rappresentato da 34 municipalità toscane tra cui, appunto, anche il Comune etrusco di Murlo.
“A TourismA abbiamo avuto l’occasione di presentare il lavoro svolto per far conoscere il nostro territorio attraverso un progetto condiviso e omogeneo – dichiara Loredana Celi assessore alla cultura del Comune di Murlo – Toscana Terra Etrusca può rappresentare una vera opportunità per lo sviluppo del turismo perché mira a valorizzare le singole peculiarità dei territori inserendole, allo stesso tempo, in un contesto più ampio pensato per valorizzare la cultura etrusca a favore di un turismo esperienziale. Per quanto riguarda il territorio di Murlo è stato un piacere presentare le caratteristiche del nostro Museo Etrusco e del sito di Poggio Civitate oltre che il festival Bluetrusco dedicato proprio alla riscoperta della cultura etrusca e alla mostra che presto sarà organizzata sul Guerriero Etrusco di Grotti. Naturalmente Toscana Terra Etrusca e gli itinerari delle Vie degli Etruschi in Toscana devono essere visti non come un punto di arrivo, ma come un punto di partenza dal quale sviluppare un turismo di cui le nostre comunità possono e devono vivere. Come amministrazione siamo convinti che lo sviluppo di Murlo e di tutti i territori toscani debba passare proprio dalla valorizzazione del grande patrimonio storico e paesaggistico che abbiamo la fortuna di avere. In questo senso Toscana Terra Etrusca può rappresentare la strada giusta da percorrere e per questo ringraziamo tutti coloro che a vario titolo hanno lavorato e continueranno a lavorare a questo progetto.”