Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

L’Upa al Comune di Montalcino: "Annullare l’Ici sui fabbricati rurali"

SIENA. L’Unione Provinciale Agricoltori di Siena chiede ufficialmente al comune di Montalcino di annullare gli accertamenti Ici notificati agli agricoltori, con cui chiedeva gli arretrati compresi di salate sanzioni dell’imposta comunale sugli immobili applicata ai fabbricati rurali.
Adesso per decreto legge non verrà applicata l’Ici sui rurali anche iscritti o iscrivibili nel catasto fabbricati, per i quali ricorrono ancora i requisiti di ruralità. Dopo che il voto è passato al Senato, anche la Camera ha dato il suo assenso su una questione che ha visto in contrasto gli agricoltori e alcuni Comuni della Provincia di Siena, tra cui Montalcino, dove l’Upa conta molti associati.
L’Unione Provinciale Agricoltori di Siena accoglie quindi con favore l’approvazione dell’emendamento che conferma l’esenzione dell’Ici sui fabbricati rurali contenuto nel così detto decreto “milleproroghe”.

Per questo ha inviato una nota al comune di Montalcino e per conoscenza ai suoi soci e ad Etruria Servizi che ha inviato le cartelle, in cui chiede che l’Amministrazione Comunale di Montalcino formalizzi con debita comunicazione la “cessata materia del contendere” a quegli agricoltori che sono stati oggetto degli avvisi di accertamento.
“Tale procedura – spiega il Presidente dell’Unione Agricoltori, dottor Alessandro Cinughi de Pazzi – crediamo, oltre che assicurare una doverosa quanto corretta applicazione della norma salvaguardi ed implementi anche il proseguimento di un costruttivo rapporto collaborativo fra gli imprenditori agricoli ed il comune di Montalcino”.