La Valdichiana diventa sede di tutela della razza chianina

L’operazione è in collaborazione con l’associazione Amici della Chianina che ospiterà gli uffici del consorzio nei propri locali forniti dal Comune di Sinalunga

VALDICHIANA. La Valdichiana riceve un nuovo riconoscimento come zona d’origine della razza chianina. Il Consorzio di Tutela del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale, ente ufficialmente riconosciuto per la tutela del marchio IGP “Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale” (tra cui rientra anche la chianina), ha deciso di attivare una propria sede operativa distaccata a Bettolle che andrà ad affiancarsi alla sede centrale di Perugia per rafforzare ulteriormente il proprio operato al fianco degli allevatori e dei produttori delle provincie di Arezzo e di Siena.

L’operazione si è svolta in collaborazione con l’associazione Amici della Chianina che ospiterà gli uffici del consorzio nei propri locali forniti in concessione dal Comune di Sinalunga e che ha così consolidato una sinergia che dura ormai da anni, con l’obiettivo di svolgere un’attività coordinata per la valorizzazione di questa razza bovina come motore di sviluppo socio-economico dell’intera vallata.