Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Insieme Poggibonsi: “Dopo un anno da Bussagli nessun atto di governo”

De Santi e Michelotti: "Il giudizio è negativo, il comune di fatto è commissariato"

Palazzo Comunale di Poggibonsi
POGGIBONSI. “In questo primo anno di mandato l’azione di governo della Giunta Bussagli e’ stata impalpabile : il Sindaco si è limitato a tagliare un nastro per un’opera realizzata grazie al lavoro dei suoi  predecessori; la maggioranza ha approvato nei primi mesi dell’anno una variante al regolamento urbanistico con effetti devastanti per le aziende. 
Per il resto è stata svolta solo una mediocre, ordinaria amministrazione, quella in sostanza che avrebbe potuto fare un commissario.
Nessuno si aspettava da questa Giunta una rivoluzione Copernicana, ma neppure nelle peggiori previsioni si poteva pensare che il Sindaco  in un anno non compisse neppure un atto di governo della Città.
Niente da rilevare sul fronte investimenti in opere pubbliche, niente per il decoro urbano, niente sul fronte dello sviluppo economico, niente sul fronte della semplificazione amministrativa, e niente di niente in nessun altro settore vitale per il Comune.
Certo il periodo è difficile, ma non ci vengano a raccontare che non ci sono soldi per fare nulla, perché il Comune di Poggibonsi ha un avanzo di bilancio di cinque milioni di euro, soldi riscossi dai cittadini che l’amministrazione non è stata capace di spendere.
Di fatto il Comune è mandato avanti dai dirigenti, nei confronti dei quali Sindaco e Giunta sono supini.
Entro fine mese dovrà essere approvato il bilancio per il prossimo anno, sarà per Bussagli l’occasione per dare una svolta a questo mandato amministrativo, che ha già il fiato corto.
Vedremo se si sapranno trovare le risorse per mantenere le promesse fatte, cominciando dai lavori pubblici e dalla Fortezza, per la quale è necessario stanziare fondi affinché dopo l’iniziale entusiasmo la struttura venga messa in condizione di generare concrete opportunità di sviluppo e di indotto per tutta la città.
In altre realtà della Val d’Elsa, ed esattamente in quei comuni dove c’è stato un forte cambiamento come Colle e Casole, il passo è un altro e le cose vengono realizzate.  Bussagli dimostri di aver capito che fare il Sindaco non è come fare il dipendente ed inizi a governare la Città. Lo aspettiamo, entro fine mese con l’approvazione del bilancio, alla prova del nove”.  
 
 Simone De Santi Francesco Michelotti