Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto
Skyscraper 1
Skyscraper 2

Il panno del Bravìo delle Botti è nelle mani del sindaco

L'autore è Stefano Palermo il cui bozzetto è stato scelto tra i dieci pervenuti

MONTEPULCIANO. È stato consegnato al Comune (e si trova accuratamente custodito nell’ufficio del Sindaco, invisibile a chiunque) il panno del Bravìo delle Botti di Montepulciano, edizione 2019. La manifestazione si svolgerà domenica 25 agosto e l’opera andrà alla contrada vincitrice della corsa con le botti.
Autore del Bravìo 2019 è il perugino Stefano Palermo il cui bozzetto è stato scelto tra i dieci pervenuti al Comune e dedicati al tema “50 anni dalla conquista della Luna da parte dell’uomo”.
Oltre ad assegnare al cinquantenne artista la realizzazione del drappellone, la commissione incaricata di giudicare le proposte ha anche individuato tre bozzetti meritevoli di menzione. Sono quelli di Daniele Brizzi, Renato Ferretti e Maria Luisa Taranta.
Palermo, che presenterà la sua opera in occasione della cerimonia di domenica 18 agosto, al Teatro Poliziano, è nato in Svizzera, sia è formato tra Catania e Milano, città quest’ultima dove ha conseguito la laurea in scenografia, ed attualmente vive a Perugia. Ha collaborato come scenografo con la RAI e con Mediaset; attualmente, oltre che alla pittura, si dedica alla decorazione di interni. Ma si può dire che i drappelloni siano diventati una sua specialità visto che, negli ultimi anni, ha realizzato quelli per la Giostra degli Anelli di Soriano nel Cimino, per la Quintana di Ascoli Piceno e per il Palio degli Arcieri sempre del capoluogo marchigiano.
In occasione della manifestazione del 18 agosto sarà anche assegnato il premio istituito dal Comune di Montepulciano nel 2017 ed intitolato alla memoria del pittore senese Cesare Olmastroni, a sua volta autore del panno del Bravìo 2015 e 2016; nello stesso evento sarà consegnato il premio Grifo Poliziano e si svolgerà la cerimonia di premiazione del concorso “A Tavola con il Nobile”.