Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Festa al Palasport di Sarteano per chiudere in bellezza il Carnevale

10923266_10205854099462430_7538667675946573306_nSARTEANO.  L’ultimo giorno di Carnevale coincide, a Sarteano, con una grande festa al palasport (martedì 17 febbraio, ore 15) destinata ai più piccoli. Per l’occasione viene riproposta la formula animazione-maschere-gioco-musica-confusione, con qualche elemento di novità. Ci saranno il concorso delle maschere più originali, attestati di partecipazione a tutti i bambini e poi servizio foto e buffet, organizzato grazie al contributo dei genitori, dall’associazione Sarteano Viva.  Si potrà versare un’offerta libera per contribuire alla raccolta fondi per le scuole.

Si tratta dell’ultimo atto di una serie di eventi, come quello di domenica scorsa 15 febbraio, in piazza XXIV giugno. A un anno dal travolgente successo del Carnevale dedicato a Raffaella Carrà, quando la cittadina venne invasa da migliaia di parrucche bionde, quest’anno il tema scelto dall’associazione capofila, L’ombrico, è stato la Pazza storia del mondo, con la rappresentazione dei popoli (ad esempio, Romani, Egiziani, Persiani, Aborigeni e Vichinghi) che via via si sono succeduti nelle diverse epoche storiche.  Come nel celebre film di Mel Brooks, le associazioni di Sarteano hanno rivisto in modo stravagante e divertente le varie vicende della storia dell’umanità, partendo dalla preistoria fino alla rivoluzione francese. Ognuno ha scelto il suo popolo preferito, unendosi così ai festeggiamenti che comprendono giochi, balli, musica dal vivo dei Lucky Deep e un simpatico flash-mob. Anche in questo caso, è stato premiato il migliore travestimento.

Il Carnevale di Sarteano, come di consueto, è organizzato dalle varie associazioni, che si sono occupate di manifestazioni parallele dedicate a bambini e ragazzi. “Questa è la forza di una comunità – sostiene il sindaco di Sarteano Francesco Landi – che conta sulla coesione, sulla voglia di stare insieme, riuscendo a proporre eventi originali di livello. E in teatro, grazie agli Arrischianti, si è recitato Pirandello. Ci sono tanti gruppi organizzati di persone, famiglie, che si dedicano a costruire momenti di felicità e condivisione: a tutti loro va il nostro ringraziamento e il nostro sostegno”.

Da segnalare che anche sabato sera, 14 febbraio è stato organizzato il Carnival disco party nei pressi del “Parco”, con musica ad hoc grazie a un giovanissimo dj, proiezioni di video, il premio per la maschera più bella e il solito buffet affidato alla collaborazione del Comitato dei genitori. Anche in questo caso, i 5 euro per il biglietto d’ingresso sono stati destinati alla scuola.