Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Chiusi: il bilancio di previsione 2019 piace a sindacati e associazioni

Il sindaco Bettollini e l’assessore Marchini hanno accolto tutte le organizzazioni sindacali, dei pensionati e le Associazioni di Categoria per la firma di un protocollo

CHIUSI. Il bilancio di previsione 2019, prossimo all’esame del consiglio comunale, ha incassato la prima approvazione di tutte le sigle sindacali e delle Associazioni di Categoria della città. 
Nella sala del consiglio di Chiusi il sindaco Juri Bettollini e l’assessore Sara Marchini hanno, infatti, accolto tutte le organizzazioni sindacali con i rispettivi sindacati dei pensionati e le Associazioni di Categoria per la firma di un protocollo nato da un percorso di concertazione sulle linee strategiche del bilancio di previsione 2019.
Ancora una volta, quindi, il Comune di Chiusi è riuscito a far convergere, in un unico documento economico e finanziario, le diverse sensibilità e necessità espresse dalla CGIL fino alla Confindustria. 
“Un bilancio condiviso è una ricchezza per tutta la nostra città – sottolinea il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – l’attività di concertazione che ogni anno portiamo avanti con sindacati e associazioni di categoria è, dunque, veramente preziosa perché rappresenta un’azione concreta all’insegna del confronto e della comprensione di diverse sensibilità, tutte ugualmente importanti. Il bilancio che andremo ad approvare sarà, quindi, ancora una volta la sintesi delle esigenze e delle aspettative di tutto il tessuto economico e sociale di Chiusi.”
Tra i principali punti che hanno permesso di raggiungere la firma condivisa sicuramente la conferma dell’eliminazione dell’IMU agricola così come il congelamento di tutte le tariffe per i servizi a domanda nonché il mantenimento dell’addizionale IRPEF con l’esenzione per tutti i redditi inferiori a 10 mila euro.
Altre due macroaree importanti sono quelle relative alle “Politiche sociali e sanitarie” e “Politiche Abitative”. Nella prima oltre all’erogazione di servizi in linea alle esigenze della cittadinanza è stata posta particolare attenzione alle fasce della popolazione più in difficoltà per le quali ad esempio si prevede anche un servizio di pasti a domicilio. Per quanto riguarda le politiche abitative invece il Comune di Chiusi si è impegnato a confermare il livello di compartecipazione al contributo affitti, che lo scorso anno era stato già raddoppiato rispetto al passato. I sindacati e le associazioni firmatarie hanno poi sottolineato l’importanza di alcune azioni strategiche portate avanti durante l’ultimo anno, come ad esempio la riqualificazione di Via Oslavia e Piazza XXVI Giugno, la rotatoria di accesso al Palasport in loc. Pania oppure la messa in sicurezza dell’incrocio dei Quattro Poderi. Oltre a questi di particolare rilievo sono state altre progettualità previste nel nuovo anno, tra le quali: il ripristino della frana sulla Strada Statale146, la riqualificazione urbana e della viabilità di Via Piave, Via Montegrappa e di Piazza Garibaldi (importo di 430.000€), rifacimento e riqualificazione del Parcheggio e del Parco dei Forti per un importo di (510.000 €), lavori di Manutenzione straordinaria di Via Pozzarelli (260.000€) e i lavori per la messa in sicurezza idraulica del
torrente Montelungo con la costruzione della cassa di espansione (450.000€). A questi si aggiungono i progetti definitivi in attesa di gara come il restauro e risanamento conservativo degli ex Lavatoi di via Lavinia (490.000€ totalmente finanziati con stanziamento del CIPE) nonché il completamento dell’area esterna del Palasport in località Pania con l’acquisto di arredi sportivi (535.000€ di cui 205.000€ finanziati dal fondo “Sport e periferie”). Anche le “Politiche Educative” sono state particolarmente importanti per la condivisione del bilancio. In questo senso di particolare rilievo sono state le azioni previste sul Nido di Infanzia sia in termini di mantenimento delle tariffe sia in termini di nuovi investimenti soprattutto mirati alla realizzazione del servizio a domanda di prolungamento pomeridiano presso la Scuola dell’infanzia del Bagnolo; 
Particolarmente apprezzata è stata, inoltre, la scelta di destinare tutte le risorse della legge Buona Scuola (29 mila euro) alla riduzione della retta mensile sostenuta dalle famiglie per usufruire del servizio comunale.
L’amministrazione comunale di Chiusi è, quindi pronta a presentarsi alla seduta consigliare di fine mese con un documento ampiamente condiviso dalla cittadinanza