Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Castelnuovo, avviato il progetto di "filiera corta"

CASTELNUOVO BERARDENGA. Al via a Castelnuovo Berardenga il progetto di “filiera corta” che, entro la prossima primavera, vedrà l’apertura di uno spaccio in località Pianella. Durante il mese di novembre entrerà infatti in funzione il Comitato di Progetto che si occuperà di guidare la prima fase di questa impegnativa operazione. Obiettivo principale, creare l’opportunità di un rapporto più diretto tra produttori e consumatori e a favorire la valorizzazione delle produzioni di qualità del territorio, insieme ad una più sana alimentazione.
“Presso il nuovo punto vendita – spiega Roberto Bozzi, sindaco di Castelnuovo –  sarà possibile rifornire il proprio paniere della spesa evitando i passaggi della grande distribuzione e, di conseguenza, avere vantaggi sul prezzo e sulla genuinità di quello che si acquista. L’iniziativa vede il contributo della Regione Toscana e rientra nell’ambito di politiche, che come amministrazione abbiamo accolto in pieno, che vanno incontro a nuove esigenze di creare circuiti di filiera corta e che sono avvertite sia dai consumatori che dagli stessi produttori locali”.
“Il Comitato di Progetto per lo spaccio locale – spiega ancora Bozzi – sarà composto, in una prima fase, da un rappresentante dell’amministrazione comunale, dal responsabile del progetto e da un operatore organizzativo. Il suo scopo sarà quello di dare vita ad un percorso che dovrà vedere la partecipazione diretta dei produttori e dei cittadini, al fine di raccogliere idee e suggerimenti utili per una buona riuscita dello spaccio”.
“Nei prossimi mesi infatti – conclude il primo cittadino – oltre ad individuare i locali adatti alla realizzazione del punto vendita, saranno infatti realizzate iniziative pubbliche e verrà prodotto materiale informativo per divulgare il più possibile l’iniziativa, creando le opportunità per un confronto diretto. I passaggi successivi consisteranno, quindi, nella selezione dei produttori, fino all’apertura dello spaccio, prevista nella prossima primavera”.