Castelnuovo accoglie i “gemelli” di Puschendorf e Le Taillan Médoc

Dal 7 al 10 ottobre le delegazioni delle città gemellate in Germania e Francia saranno ospiti a Castelnuovo Berardenga

25 anni gemellaggio Puschendorf

 

CASTELNUOVO BERARDENGA. Castelnuovo Berardenga rafforza i legami internazionali con i ‘gemelli’ tedeschi di Puschendorf e quelli francesi di Le Taillan Médoc. Da venerdì 7 a lunedì 10 ottobre due delegazioni delle città gemellate con il Comune castelnovino saranno ospiti nel Chianti per iniziative di scambio culturale e di sviluppo economico che continueranno nei prossimi mesi con visite in Germania e in Francia. La delegazione tedesca, inoltre, domenica 9 ottobre sarà protagonista attiva con alcuni suoi prodotti tipici a Dit’unto, il festival del mangiare con le mani che animerà Villa a Sesta con una giornata dedicata allo street food italiano.

Le due delegazioni in arrivo da Puschendorf e Le Taillan Médoc saranno accolte venerdì 7 ottobre dal sindaco di Castelnuovo Berardenga, Fabrizio Nepi e dall’assessore con delega ai gemellaggi, Mauro Giannetti nel corso di un’apericena di benvenuto aperta a tutti i cittadini nel centro del paese. Sabato 8 ottobre è prevista la visita all’Azienda agricola San Felice di Castelnuovo Berardenga, con la possibilità per gli ospiti tedeschi e francesi di provare dal vivo la pigiatura del vino, prima di un pranzo a base di prodotti tipici della tradizione toscana e castelnovina. Nel pomeriggio, le delegazioni visiteranno l’azienda Agricola Tattoni – Villa a Sesta nel borgo chiantigiano che il giorno successivo, domenica 9 ottobre, ospiterà la quarta edizione di Dit’unto. Gli ospiti tedeschi e francesi ripartiranno alla volta delle loro città lunedì 10 ottobre.

“La visita delle delegazioni in arrivo da Puschendorf e da Le Taillan Médoc – spiegano Fabrizio Nepi e Mauro Giannetti, rispettivamente sindaco e assessore con delega ai gemellaggi di Castelnuovo Berardenga – rafforza un legame che va avanti con la città tedesca da 26 anni e con gli amici francesi da 16 anni e che si è sviluppato sotto il profilo sociale, culturale ed economico facendo crescere tutta la comunità castelnovina attraverso visite e scambi. Da quest’anno – aggiungono Nepi e Giannetti – il nostro impegno per potenziare e valorizzare i gemellaggi come occasioni di confronto e crescita reciproca conta anche sull’associazione ‘Gli amici dei gemellaggi’, che fa parte della Consulta comunale dell’Associazionismo e ha il sostegno logistico ed economico del Comune. L’obiettivo dell’amministrazione comunale, infatti, è quello di stimolare una partecipazione attiva su questi temi da parte di tutta la comunità locale, a partire dalle scuole e dalle imprese del territorio, avviando nuovi canali di crescita sociale e culturale e di sviluppo economico e di promozione delle nostre eccellenze, in primis vino e paesaggio. Ringraziamo tutti i soggetti coinvolti e ci prepariamo ad accogliere i nostri ‘gemelli’ con un ricco programma di iniziative che vedrà il momento clou in occasione di Dit’unto, dove gli amici di Puschendorf saranno protagonisti attivi con prodotti tipici della cucina tedesca”.