Bravìo delle Botti, si chiude l’anno contradaiolo

Domenica 16 settembre al Teatro Poliziano le premiazioni dell’Arca d’Argento e dei migliori sbandieratori e  tamburini dell’edizione appena conclusa

MONTEPULCIANO – Domenica 16 settembre si chiuderà un altro anno straordinario per il Bravìo delle Botti di Montepulciano, al termine di un’edizione ricca di emozioni e colpi di scena che ha visto trionfare la contrada del Poggiolo sul sagrato del Duomo nella gara tra gli spingitori dello scorso 26 agosto.

L’appuntamento per la chiusura dell’anno contradaiolo, come da tradizione, è per la prossima domenica al Teatro Poliziano, per una serie di premiazioni e di bilanci finali sull’edizione appena passata. Il pomeriggio a teatro sarà anticipato dalla sfilata mattutina del corteo storico lungo le strade di Montepulciano, dal Palazzo Comunale fino alla Chiesa di Sant’Agnese, e dall’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini.

A partire dalle ore 16:30, occhi puntati sul palco del Teatro Poliziano, con il premio “Arca d’Argento” destinato alla contrada che ha esibito il miglior corteo storico nella giornata del Bravìo delle Botti e il “Memorial cav. Trabalzini” per la migliore coppia di sbandieratori e di tamburini. Altri premi molto attesi sono i risultati del concorso fotografico “Attimi di Bravìo” organizzato dal Photoclub Poliziano e del “Bravìo nel cuore”, che viene assegnato dal Magistrato delle Contrade a chi si sia contraddistinto in maniera particolare per la sua dedizione alla manifestazione.

La chiusura dell’anno contradaiolo sarà anche l’occasione per un bilancio dell’edizione appena conclusa, alla presenza del reggitore del Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci, e di tutto lo staff di volontari e contradaioli che hanno lavorato per tutto l’anno alla riuscita di una manifestazione cresciuta in maniera considerevole nel corso del tempo.