Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Atti persecutori: arrestato straniero recidivo

Nonostante il divieto del tribunale, è stato beccato dai Carabinieri mentre seguiva la moglie

POGGIBNSI. Non è la prima volta che Y.A. cittadino albanese 36 enne, residente a San Gimignano, viene arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Poggibonsi, in quanto responsabile di continue minacce e vessazioni nei confronti della moglie.

L’uomo in molteplici occasioni, nonostante il divieto di avvicinamento alla propria moglie disposto dal Tribunale di Siena, non ha mancato occasione di minacciare la stessa, i datori di lavoro di quest’ultima e persino il legale di fiducia della donna. Continue minacce, pedinamenti e vessazioni, giunte sino all’uso di un coltello da cucina, con il quale l’uomo in un recente passato ha persino ferito la propria moglie.

La coppia è una famiglia integrata nel tessuto sociale della Val d’Elsa, lui lavora come muratore e lei come commessa, una famiglia senza particolari problemi economici e con due figli da crescere, purtroppo ancora una volta queste situazioni sono figlie dell’incapacità ad accettare la fine di un rapporto.

Ieri, dopo l’ennesima minaccia, è stato sorpreso in flagrante dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Poggibonsi, nell’atto di seguire la donna, ragione questa che è bastata per arrestarlo e accompagnarlo nel carcere di Siena a disposizione della Procura della Repubblica.