Amiata: prorogati gli incentivi regionali per l’occupazione

Bezzini, Marras e Scaramelli (Pd): “Opportunità da cogliere per la parte più debole del mercato del lavoro”

AMIATA. «Una notizia importante e molto attesa, ancora un anno per cogliere opportunità importanti per il territorio dell’Amiata. La decisione della giunta regionale consente una nuova boccata d’ossigeno per chi cerca lavoro e per le aziende che vogliono utilizzare gli incentivi all’occupazione».

Così Simone Bezzini, Leonardo Marras e Stefano Scaramelli, consiglieri regionali del Pd, commentano la notizia della proroga degli incentivi all’occupazione nelle “aree di crisi della Toscana” anche per il 2017.

«Si tratta di un finanziamento complessivo di 2 milioni e 650mila euro – spiegano Bezzini e Scaramelli – al quale potranno concorrere anche le aziende dei comuni di Abbadia san Salvatore, Castiglion d’Orcia, Piancastagnaio, Radicofani, San Quirico d’Orcia, Arcidosso, Castel del Piano, Castell’Azzara, Cinigiano, Roccalbegna, Santa Fiora, Seggiano e Semproniano. Stiamo parlando di incentivi all’assunzione o alla trasformazione dei contratti di lavoro verso forme stabili, incentivi all’assunzione di donne, incentivi all’assunzione di disabili. Insomma, un provvedimento importante mirato alla parte più debole del mercato del lavoro, con l’obiettivo di stabilizzare il precariato e, nel contempo, sostenere le aziende in difficoltà. A questo punto – concludono i tre consiglieri – rinnoviamo l’auspicio che quanto prima si arrivi alla firma del protocollo d’intesa tra i comuni e la Regione, come parte integrante del piano per il rilancio dell’area dell’Amiata».

Tutte le informazioni sono disponibili al seguente link: www.sviluppo.toscana.it/occupazione_2016.