Provincia: 10 gruppi elettrogeni alla Protezione Civile

Furono acquistati nel febbraio 2012 per l'emergenza black out

SIENA. Dieci gruppi elettrogeni dislocati in tutto il territorio provinciale per garantire un supporto energetico da attivare in caso di emergenza. Sono quelli acquistati dalla Provincia di Siena in occasione dell’eccezionale nevicata del febbraio 2012 che provocò forti disagi e black out, e che ieri, giovedì 18 luglio sono stati consegnati ufficialmente dal presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini e dal vicepresidente e assessore alla Protezione civile, Alessandro Pinciani al Coordinamento provinciale del volontariato per le attività di protezione civile, rappresentato da Juri Gorelli. La consegna si è svolta nel cortile del Palazzo della Provincia, alla presenza di Davide Casini, responsabile del Settore Protezione civile della Provincia di Siena e dei volontari delle associazioni che hanno ricevuto i gruppi elettrogeni: Anpas; raggruppamento delle Misericordie; VAB Valdelsa; Associazione La Racchetta; ARIES, Associazioni riunite per l’emergenza senesi; ARI, Associazione Radioamatori Italiani e ProCiv Arci – San Gimignano.
 
Il Coordinamento provinciale del volontariato per le attività di protezione civile che avrà in gestione i gruppi elettrogeni si occuperà della loro manutenzione ordinaria, dovrà assicurarne la reperibilità e disponibilità 24 ore su 24 ogni giorno dell’anno e garantirne la piena funzionalità entro un’ora dalla richiesta di attivazione da parte della Provincia. I dieci gruppi elettrogeni sono in grado di generare una potenza complessiva di 90 kilowatt e troveranno posto nelle sedi di alcune associazioni di volontariato di protezione civile, in zone diverse della provincia, in modo da poter essere impiegati in caso di emergenza nel minor tempo possibile.
 
“La consegna dei dieci gruppi elettrogeni – afferma il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini – è un piccolo ma significativo gesto da parte della Provincia, per dare un segnale nella direzione di una maggiore efficienza della Protezione civile e della gestione del nostro territorio, soprattutto di fronte a possibili emergenze. Tutti ricordiamo ancora molto bene il terribile black out del febbraio 2012, quando, a causa della forte nevicata che interessò anche la provincia senese, interi paesi e migliaia di cittadini si trovarono isolati e privi di luce. Episodi di tale gravità non devono ripetersi e l’amministrazione provinciale, insieme al Coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile, continuerà a lavorare mettendo a disposizione ogni risorsa e ogni strumento utile a garantire la sicurezza dei cittadini, integrando le politiche di governo del territorio e di Protezione civile stabilite dalla Regione. A ogni associazione e volontario coinvolto va un sentito ringraziamento a nome personale e di tutta l’amministrazione provinciale di Siena, per il contributo fondamentale che danno mettendo il proprio tempo libero a servizio della comunità e della sua tutela”.
 
“L’emergenza del febbraio 2012 – aggiunge il vicepresidente della Provincia di Siena e assessore alla Protezione civile, Alessandro Pinciani – fu gestita grazie alla grande collaborazione fra Provincia e Prefettura, insieme a Comuni, forze di polizia e associazioni di volontariato. Ad alcune di loro oggi consegniamo questi gruppi elettrogeni, attrezzature che possono contribuire ad affrontare nuovi possibili eventi eccezionali sul nostro territorio e che arricchiscono la dotazione del servizio provinciale di Protezione civile. In occasione di quel fatto straordinario che coinvolse 24mila utenze, abbiamo avviato una forte collaborazione con Enel, che ha portato ad approvare, nel dicembre 2012, un piano di gestione delle emergenze elettriche coordinato dalla Provincia, insieme a Enel e Prefettura, e a integrarlo con il piano di Protezione civile della Provincia di Siena già in vigore. L’obiettivo del nuovo Piano è gestire al meglio nuovi possibili eventi eccezionali, riducendo i disagi per i cittadini. A tutto il mondo del volontariato rinnovo un sentito ringraziamento, per la professionalità, l’impegno e la dedizione con cui operano 365 giorni l’anno a tutela delle comunità locali”. 
 
Il Coordinamento provinciale del volontariato. Il Comitato provinciale di coordinamento del volontariato di Protezione Civile è nato nel 2008 su iniziativa della Consulta provinciale del volontariato e con esso la Provincia di Siena ha stipulato un Protocollo di intesa finalizzato a formalizzare il rapporto di collaborazione per tutte le attività di Protezione Civile che interessano il territorio senese. Il Coordinamento comprende, ad oggi, 14 associazioni che hanno dato vita a 59 sezioni attive nell’ambito della Protezione Civile, di cui 12 operano anche nel settore dell’antincendio boschivo. La ricchezza della risorsa del volontariato, non solo numerica ma anche in termini di specializzazione, unita alla professionalità, all’esperienza e alla disponibilità dei volontari, fa sì che gli enti locali del territorio senese, e in particolare la Provincia, possano contare su un piccolo “esercito” distribuito in maniera capillare, sempre disponibile in caso di necessità e di emergenza.