Dal 1° marzo aumenta il biglietto dell’autobus

Nuovo sistema tarrifario per le corse urbane ed extraurbane

SIENA. Il 1° marzo prossimo scatta l’adeguamento tariffario dei servizi bus urbani ed extraurbani effettuati da Siena Mobilità con una particolare tutela per le fasce più deboli e un’attenzione a favore di coloro che utilizzano frequentemente i servizi, scegliendo la formula dell’abbonamento.

“Comprendiamo le ragioni dei cittadini e degli utenti che devono far fronte agli aumenti che stanno caratterizzando questa fase – spiega Massimo Roncucci, Presidente di Siena Mobilità – Le ragioni dell’adeguamento che abbiamo deciso di applicare derivano dal contesto economico, dalla crescita dell’inflazione, dall’aumento dell’Iva e del costo del gasolio e dai tagli nazionali alle risorse destinate al settore del Tpl. Gli aumenti al sistema tariffario urbano ed extraurbano – conclude Roncucci – sono però indispensabili per sostenere una rete di trasporto pubblico capillare ed efficiente come la nostra. Non possiamo dimenticare, infatti, che pur essendo una città di piccole dimensioni, Siena e la sua provincia hanno una delle migliori reti di servizi bus d’Italia. I pesanti tagli introdotti in questi anni dal Governo hanno avuto un impatto contenuto rispetto ad altre realtà nazionali, anche grazie alle risorse messe a disposizione dal Comune di Siena, dalla Provincia di Siena e dagli altri comuni del territorio”.

Biglietti

Il biglietto urbano fascia A sarà adeguato a 1,10 euro rispetto al precedente costo di 1 euro, in modo tale da allinearsi alle tariffe applicate nelle altre province toscane. Il nuovo costo del biglietto giornaliero sarà pari a 4,40 euro, rispetto ai precedenti 3,80.

Il costo del biglietto extraurbano relativo alla fascia chilometrica fino a 10 chilometri sale a 1,45 rispetto ai precedenti 1,35 euro. Per la fascia chilometrica tra 20 e 30 km il nuovo prezzo del biglietto sarà pari a 2,70 euro e, per la fascia 30-40 km, a 3,50 euro. Per la tratta Siena-Poggibonsi il nuovo costo del biglietto singolo sarà di 4,35 euro e per la linea Siena-Firenze di 7,80 euro.

Abbonamenti

L’adeguamento applicato sugli abbonamenti è inferiore a quello valido sul singolo biglietto proprio per rafforzare la fidelizzazione della clientela nei confronti dei servizi di mobilità sul territorio e quindi agevolare coloro che utilizzano frequentemente i bus. L’adeguamento medio degli abbonamenti è pari al 5% e tiene conto della parziale riduzione dello sconto precedentemente applicato dalla Provincia di Siena che è passato dal 6,5% al 3%.

Ad esempio l’abbonamento mensile ordinario urbano avrà un costo di 25,50, rispetto ai precedenti 24 euro. L’abbonamento trimestrale ordinario urbano (fascia A) avrà un costo di 65,80 rispetto ai precedenti 62,50. L’abbonamento trimestrale urbano per gli studenti è stato adeguato a 55 euro, pari a 18,3 euro al mese, rispetto ai precedenti 52,50.

Per quanto riguarda le linee extraurbane, per la fascia 0-10 km, l’abbonamento mensile avrà un costo di 29 euro, rispetto ai precedenti 27,50. Per la fascia 10-20 km l’abbonamento avrà un costo di 37,30 euro e per la fascia 20-30 km di 45,50 euro. L’abbonamento per la linea Siena-Poggibonsi avrà un costo di 55,80 euro. L’abbonamento mensile per la linea Siena-Firenze avrà un costo di 80 euro.

Ultrasessantenni

Tariffe invariate per gli utenti ultrasessantenni (con limiti di reddito prestabiliti), per l’obiettivo di tutelare le fasce più deboli, che possono usufruire di un abbonamento trimestrale urbano pari a 34,50 euro, ovvero 11,50 euro al mese. Anche nei servizi extraurbani gli ultrasessantenni potranno usufruire di una tariffa agevolata invariata pari a 2,10 euro che consentirà il viaggio di andata e ritorno. Il biglietto giornaliero urbano, utilizzabile per l’intera giornata, rimane a sua volta bloccato a 0,95 euro.