Al Mondo dei Libri Rossana Campo

Venerdì 7 ottobre alle 18 la scrittrice presenta “Dove troverete un altro padre come il mio” e “Difficoltà per le ragazze”

rossanacampo

 

POGGIBONSI. Sarà a Poggibonsi Rossana Campo, vincitrice del Premio Strega Giovani 2016. Venerdì 7 ottobre alle 18 la scrittrice sarà alla libreria Il Mondo dei Libri per incontrare il pubblico e presentare i suoi romanzi “Dove troverete un altro padre come il mio” (Ponte alle Grazie) e “Difficoltà per le ragazze” (Perrone). A dialogare con l’autrice sarà il critico letterario Ciro Bertini.

Rossana Campo è nata a Genova nel 1963 e vive fra Roma e Parigi. Ha esordito nel 1992 col romanzo “In principio erano le mutande” (da cui il film omonimo di Anna Negri del 1999). Vincitrice del Premio Strega con “Dove troverete un altro padre come il mio”, è tornata in libreria con “Difficoltà per le ragazze”, la raccolta di racconti dedicati alle donne, scritti nell’arco di vent’anni.

“Dove troverete un altro padre come il mio”

Rossana Campo, ancora una volta senza infingimenti e con lo stile dirompente e ‘difforme’ che caratterizza la sua produzione letteraria, ma mettendosi in gioco forse più che in ogni altro suo libro, racconta qui il rapporto con Renato, il padre amatissimo e difficile scomparso di recente; o meglio con le molteplici figure, spesso contraddittorie, che Renato ha incarnato lungo tutta la sua vorticosa esistenza: il maestro di vita che fin da piccola esorta la figlia a rifuggire ogni forma di condizionamento e ipocrisia, ma anche l’irresponsabile che per niente e nessuno si separerebbe dalla sua amica più fidata: la bottiglia; l’individuo gioviale e irriducibilmente ottimista, ma anche l’attaccabrighe, dominato da una rabbia incontenibile; e ancora lo «zingaro» che non sopporta alcuna imposizione e non riconosce alcuna autorità, il contaballe prodigioso, il casinista indefesso, il terrone orgoglioso in un Nord che lo respinge… in una parola un essere infinitamente vitale e tremendamente fragile. Ne emerge un racconto, magari spudorato, ma proprio per questo di rara autenticità, della parte più profonda di sé.

“Difficoltà per le ragazze”

Difficoltà per le ragazze, per quelle che ancora non conoscono l’amore e rimangono attaccate a una promessa estiva con un gelato in mano, al caldo di una panchina. Per una madre stravagante che pensa solo alla tintarella, o a chissà cosa, e per la sua bimba “conciata come una cretina” con il “costume rosa con i volant in giro per le ascelle e per la pancia”, che non è mica un costume da donna, per lei che invece vuole sembrare già grande. Difficoltà per la Betti, che deve comprare il primo reggiseno, si vergogna e non sa neanche quale sia la sua taglia; e per la Sandra che vuole sapere come ci si sente se si aspetta un bambino, e spera di aspettarlo questo bambino per non perdere un uomo. E per altre donne, per altre ragazze, che conoscono tardi il proprio padre al tavolino di un bar o che aspettano in un motel, con un body nero di lattice addosso, un uomo conosciuto in chat.

 

L’iniziativa è promossa e organizzata dalla libreria Il Mondo dei Libri con il patrocinio del Comune.