Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Ancora un attacco contro la Folgore in Afghanistan

HERAT. "Stamane alle 7.30, le 5 italiane – ha reso noto il maggiore Marco Armoriello, portavoce del contingente italiano – una pattuglia di paracadutisti della Folgore è stata attaccata nella provincia di Badghis, a nord di Herat, a due chilometri dalla base italiana di Bala Moaghab. I militari italiani – ha aggiunto Armoriello – hanno immediatamente risposto al fuoco e non hanno riportato feriti, ma solo alcuni danni agli automezzi. La pattuglia ha poi proseguito la regolare attività".
L'attacco ad una pattuglia di paracadutisti è l'ennesimo "atto ostile" nei confronti dei militari italiani in Afghanistan verificatisi negli ultimi giorni: giorni caratterizzati da una tensione crescente sia ad Herat, nell'ovest, che a Kabul, le due aree dove sono schierati i parà della Folgore del 186° reggimento di stanza a Siena.
L'ultimo attacco risale a ieri, quando nella Mushai Valley, ad una cinquantina di chilometri dalla capitale, è stato preso di mira un convoglio italiano: i militari hanno risposto al fuoco e nessuno è rimasto ferito, solo un mezzo è stato danneggiato.
Il portavoce afferma che si sono "incrementati gli attacchi contro i militari, ma non sono diretti specificatamente contro gli italiani. In questo momento i taliban hanno tutto l'interesse a destabilizzare il paese per contrastare il lavoro positivo della forze dell'Isaf".