Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Credere Leggere Intraprendere

La libreria Becarelli apre il settore Professioni & Università

di Silvana Biasutti

SIENA. Che i tempi che corrono non siano facili, né lievi lo sappiamo tutti benissimo, perciò non può che suscitare ammirazione e rispetto la scelta della libreria Becarelli che domani inaugura il nuovo comparto dedicato a professionisti e al settore universitario, dove saranno sempre disponibili i testi adottati da tutte le facoltà dalle due universitå senesi, i testi di approfondimento giuridico, economico e medico destinati ai professionisti di quei settori, tutte le novitå fiscali, tributarie, e del settore medico e paramedico. Inoltre vi si troverà tutta la manualistica indispensabile per i test di preparazione a concorsi e prove di ammissione alle facoltà universitarie.
Dietro alla scelta della Becarelli di diventare “trivalente”, affiancando questo nuovo importantissimo settore ai due preesistenti – editoria generalista e settore della scolastica – c’è una donna, anzi ce ne sono due, perchè accanto all’imprenditorialità di Gabriella Guàiti si ritrova Dina Meloni, con la sua competenza in questo ultimo (solo in ordine di tempo) importante settore editoriale.
È bello spendere la parola “editoria” in quel di Siena, perché la città se lo merita e se lo meritano i senesi, che hanno alle spalle secoli di sapere e di cultura: qualcosa che non può essere dimenticato, perché questo angolo di Italia ne è immerso e imbevuto e perché con la cultura si mangia. Non sempre masticando direttamente un libro, ma lì dentro – va ricordato soprattutto ai più giovani – lì, dentro a un libro, c’è tutto quello che occorre per essere liberi, o per liberarsi.
Ed è importante che quei tre settori stiano l’uno accanto all’altro, perché la frequentazione di una libreria per ragioni professionali o di studio non sempre può portare con sé il piacere (il sollievo e, talvolta, la consolazione) che una buona lettura può regalare.
In questi tempi non facili, ogni libro ė un’opportunità di conoscenza. Ora, nello stesso spazio, senza soluzione di continuità, sarà possibile avere una risposta a ogni bisogno di sapere, conoscere, leggere. Provare per credere (leggere per intraprendere).