Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Scaramelli si complimenta con Farsi, nuovo direttore di Chirurgia 1 delle Scotte

Il presidente della Commissione sanità in Regione Toscana dà il benvenuto al nuovo primario che arriva da Careggi

SIENA.  “Complimenti al professionista di valore che arriva ad ampliare e migliorare l’offerta chirurgica dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Marco Farsi, chirurgo generale ed oncologico di esperienza, responsabile coordinatore della Pancreas Unit e del Gruppo Oncologico Multidisciplinare Epato-Bilio-Pancreatico dell’Aou Careggi di Firenze, è il quarto professionista in un anno che arriva da Firenze sul nostro territorio”. A dirlo Stefano Scaramelli, presidente Commissione sanità e politiche sociali della Regione Toscana. 

“Un arrivo importante e di valore che segna una volta in più – continua Scaramelli – l’inversione di tendenza rispetto al passato. Sotto la guida del direttore generale Valtere Giovannini l’Azienda ospedaliera-universitaria Senese si sta arricchendo di specialisti di altissimo livello, affiancati a quelli già presenti, che fanno di Siena un polo di attrazione dall’esterno e non solo di fuga verso altri centri. 

Il benvenuto al nuovo direttore dell’UOC Chirurgia Generale 1 delle Scotte Marco Farsi, infatti, segue quello a Serafina Valente, da agosto direttore della Cardiologia Ospedaliera dell’Aou Senese, all’architetto Filippo Terzaghi nuovo direttore del Dipartimento Tecnico e Gianfranco Montesi nuovo direttore della Cardiochirurgia del policlinico Santa Maria alle Scotte che ha già intrapreso la sinergia con il Dipartimento Cardio-Neuro-Vascolare dell’Azienda USL Toscana Sudest per dare risposte veloci e di alta specializzazione a tutti i cittadini di Siena, Arezzo e Grosseto. 

Tutti professionisti provenienti da Firenze, formati in più centri, che si affiancano ai grandi professionisti già presenti alle Scotte e nella USL Sud Est. Profili che vanno ad ampliare e migliorare l’offerta di cure, alta specializzazione e assistenza sanitaria nel nostro territorio”.