“Le Avventure del Signor Siè, il sogno di Bernardo” agli Intronati

Come aiutare i bambini a superare l’ansia legata al ricovero ospedaliero grazie alle favole

SIENA. Aiutare i bambini a superare l’ansia legata al ricovero ospedaliero grazie alle favole. Questa l’idea che ha portato l’UOC Chirurgia Pediatrica dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, diretta dal professor Mario Messina, insieme alla onlus “La Conchiglia Amici della Chirurgia Pediatrica”, presieduta dallo stesso professor Messina, a realizzare il libro “Le Avventure del Signor Siè, il sogno di Bernardo”. Il libro sarà presentato giovedì 8 novembre, alle 17, alla Biblioteca Comunale degli Intronati.

«Il volume – spiega Messina – è nato dall’idea di introdurre il racconto in ospedale come strumento per ridurre l’ansia da ospedalizzazione nel paziente pediatrico. Così come già avvenuto quando abbiamo introdotto l’uso della console con videogiochi ed i clown in sala operatoria, tale progetto porterà ad uno studio scientifico sull’efficacia del racconto per ridurre l’ansia preoperatoria del bambino».

«L’idea – aggiunge il professor Francesco Molinaro, chirurgo pediatrico – ricalca il concetto di sogno e del viaggio onirico nella nostra città già proposto in maniera anche figurativa da Tambus nel suo ‘Il sogno del Palio’, che l’associazione ‘Noi Siena’ ci ha gentilmente fatto conoscere ed apprezzare. Il racconto è nato dalla mente di Letizia Gettatelli, con la collaborazione di Francesco Caratelli e le immagini hanno preso vita grazie alla maestria nel rappresentare la vita a fumetti del fumettista senese Alessandro Pianigiani».

La storia narra del viaggio onirico di un bambino di nome Bernardo, che, dopo aver sentito la storia dell’arca di Noè, sogna di incontrare un personaggio biblico di nome Siè (una sorta di Noè senese), e sua moglie Viola ed insieme intraprendono un viaggio dove incontrano degli animali (i simboli delle 17 Contrade di Siena), che li seguiranno fino a costruire un magica città.

«Le pareti della Chirurgia Pediatrica – aggiunge Messina, che è anche direttore del Dipartimento Materno-Infantile – sono già state affrescate dall’architetto Luca Burlandi, con le scene del libro, in modo tale che il paziente può cominciare e continuare il suo viaggio in questa fantastica storia durante la sua permanenza in reparto. Il progetto è stato sostenuto e portato avanti con la collaborazione del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena».