Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Assumere questa spezia potrebbe aiutare a migliorare la salute della prostata

ROMA. La salute della prostata è talvolta accompagnata da stigma sociale, ma se i problemi non vengono trattati, possono verificarsi gravi complicanze a lungo termine. Un modo per mantenere alta la salute della prostata è aggiungere una certa spezia alla tua dieta.

I problemi alla prostata colpiscono un uomo su tre sopra i 50 anni e includono difficoltà urinarie come ad esempio la necessità di fare pipì più spesso, che è innescata proprio da una prostata ingrossata. Quest’ultima tuttavia non è sempre un indicatore del cancro alla prostata ed è solitamente causata da cambiamenti ormonali. Ci sono diversi modi per migliorare la salute della prostata, a cominciare da cambiamenti dello stile di vita e secondo www.wellvita.it uno di questi è l’aggiunta di curcuma alla tua dieta.

L’estratto di curcuma

La curcuma è la spezia gialla usata nel curry, ma è la curcumina il suo composto attivo e che ora sta iniziando a guadagnare attenzione scientifica, principalmente per le sue proprietà anti-infiammatorie. Uno studio pilota pubblicato su Panminerva Medica in Italia nel 2012 ha seguito 33 pazienti con BPH in terapia con supplementi di curcumina per sei mesi. I ricercatori hanno scoperto che questi uomini avevano meno sintomi, un migliore flusso di urina e una migliore qualità della vita rispetto a quelli del gruppo di controllo.

Secondo i ricercatori del College of Medicine della Seoul National University, la curcumina può anche aiutare il corpo a ridurre naturalmente l’effetto di alcuni composti che portano all’allargamento della prostata.

Non sei ancora convinto? Uno studio del 2015 pubblicato sulla rivista BMC Complementary and Alternative Medicine ha concluso che la curcumina ostacolava lo sviluppo di BPH e poteva essere considerata un “alimento funzionale” per alleviare i sintomi dell’BPH.

Com’è disponibile l’estratto di curcuma

La curcuma è disponibile sotto forma di integratori per prostata, ma va notato che i supplementi non devono essere utilizzati per sostituire le cure mediche. Prima di provare qualsiasi rimedio, è sempre meglio consultarsi con il proprio medico di famiglia.

Oltre alla curcuma, alcuni esperti raccomandano la vitamina D per migliorare la salute della prostata. Alcune ricerche mostrano che gli uomini affetti da cancro alla prostata che assumevano supplementi di vitamina D avevano un calo nei loro livelli di PSA. Il PSA è una proteina del sangue chiamata antigene prostatico specifico. Il test del sangue del PSA viene utilizzato per aiutare a diagnosticare il cancro alla prostata e valutare l’efficacia del trattamento. Ma le prove non sono abbastanza forti per dire che gli integratori di vitamina D possono ridurre il rischio di ritorno del cancro.

Una dieta sana può aiutare a migliorare la salute della prostata

Una dieta sana sin da giovani può garantire una prostata sana in età avanzata. Mangiare gli alimenti giusti associati a una dieta sana dovrebbe essere il primo punto di riferimento: cinque frutti e verdura al giorno, cibi ricchi di amido come patate, riso o pasta, alcuni latticini, fagioli, legumi, pesce, carne e altre proteine, e oli spalmabili insaturi.

Sappiamo che un miglioramento della nutrizione riduce il rischio di malattie cardiache, cancro, diabete e obesità e in genere migliora la qualità della vita. Si stima che un terzo delle morti per cancro possa essere attribuito alla dieta negli adulti, compreso l’effetto della dieta sull’obesità. Inoltre, una dieta sana aiuta ad aumentare i livelli di energia, a facilitare il recupero e a migliorare il sistema immunitario. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, una persona con un indice di massa corporea (BMI) di 30 o più è considerata obesa.

Gli esperti ora credono che le scelte sulla nostra dieta sfociano nella stragrande maggioranza dei casi in cancro alla prostata. È importante quindi valutare le scelte dietetiche quando si tratta di rischio di cancro . .Gli scienziati tra l’altro hanno lentamente scoperto una lista di super alimenti e integratori che insieme a cibi sani potrebbero effettivamente contribuire ad evitare il rischio di incorrere nel cancro alla prostata.