Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

16 milioni in arrivo per l’Ausl Toscana sud est

Approvati i progetti dal Ministero della salute. Via libera alle procedure di appalto per l’avvio dei cantieri e l’acquisto di nuove apparecchiature

SIENA – Quasi 16 milioni di euro in arrivo per l’Ausl Toscana sud est. E’ di queste ore la comunicazione della Regione Toscana dell’approvazione da parte del Ministero della salute dei quattro progetti presentati dall’Ausl Toscana sud est per un importo complessivo di 15milioni e 873mila euro, destinati all’acquisto di apparecchiature sanitarie e ai lavori di rifacimento del blocco operatorio dell’ospedale “San Donato” di Arezzo; al secondo stralcio dei lavori del Pronto Soccorso dell’ospedale di Nottola e all’avvio  delle attività delle Cure intermedie e dell’Hospice presso l’ex ospedale psichiatrico “San Niccolò” di Siena.

L’approvazione dei progetti consente l’avvio formale delle procedure di appalto per l’apertura dei cantieri nel 2020. L’aggiornamento della radioterapia di Arezzo e del Valdarno è atteso al più tardi entro il prossimo mese di ottobre.

Il finanziamento di quasi 16milioni di euro è così articolato: 2milioni e 275mila euro circa sono destinati all’ammodernamento del parco tecnologico del blocco operatorio dell’ospedale “San Donato” di Arezzo (di cui 875 mila euro serviranno per l’acquisto di nuove apparecchiature; 700mila euro per l’acquisto di un agiografo e altrettante 700mila euro saranno utilizzati per l’aggiornamento della radioterapia di Arezzo e  del Valdarno); 6milioni e 560mila sono, invece, destinati al primo stralcio dei lavori del blocco operatorio sempre del “San Donato” di Arezzo.

Per l’ampliamento e la ristrutturazione del Pronto Soccorso dell’ospedale di  Nottola sono in arrivo 1milione e 509mila euro (secondo stralcio dei lavori); mentre per l’avvio delle nuove attività delle Cure intermedie e dell’Hospice presso l’ex ospedale psichiatrico “San Niccolò” di Siena sono stati stanziati 5milioni e 529mila euro complessivi.

“Un’iniezione di risorse che permette all’Ausl Toscana sud est di innovare le tecnologie e di portare a compimento progetti fondamentali per questa Azienda e, sopratutto, per le comunità di Arezzo, di Siena e Grosseto”, ha dichiarato il direttore generale Antonio D’Urso.