Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Sienambiente: 4 impianti fotovoltaici in discariche dismesse

Saranno realizzati con materiali di riciclo ed eviteranno emissioni di CO2

SIENA.Sienambiente guarda sempre di più allo sviluppo delle sue attività connesse alla green economy e alla produzione di energia pulita da fonti rinnovabili. Uno degli ultimi progetti realizzati è quello dei quattro parchi fotovoltaici realizzati in partnership con Estra e Nova.e attraverso la società partecipata Sinergia Green Tech. I nuovi impianti – con una potenza complessiva di 1.080 Mwp – che sorgono nelle discariche dismesse delle Macchiaie (Sinalunga), a Foci (Poggibonsi), a Monticiano e in un lotto del sito di Torre a Castello (Asciano) permetteranno di produrre energia elettrica per 1.300 cittadini evitando (rispetto alle fonti fossili) l’immissione in atmosfera di 540 tonnellate di CO2 all’anno. Con l’iniziativa che affonda le sue radici nel Protocollo di intesa siglato nel 2009 tra Sienambiente e la Provincia di Siena sono stati raggiunti due importanti obiettivi: l’incremento della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e la riqualificazione di aree che altrimenti non avrebbero trovato altro impiego. «Il mestiere principale di Sienambiente è quello della gestione del ciclo integrato dei rifiuti – ha dichiarato il presidente di Sienambiente Fabrizio Vigni – ma stiamo lavorando anche per sviluppare nuove attività nel settore delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica e della produzione di energia dai rifiuti. La rivoluzione energetica è una delle sfide più importanti che anche il nostro territorio è chiamato ad affrontare, e la sfida dell’economia verde è una leva decisiva per uscire dalla crisi. Noi vogliamo esserne protagonisti».

Un impegno, quello di Sienambiente, che si inserisce concretamente nella strategia complessiva di azzeramento delle emissioni di CO2 sul territorio, portata avanti con convinzione dall’amministrazione provinciale. «Se l’obiettivo “Siena Carbon Free 2015” è a un passo dall’essere centrato – sottolinea il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini – è anche grazie a una partecipazione significativa di tanti soggetti del territorio che hanno compreso la portata della sfida e agito attivamente per portare un contributo al raggiungimento dell’obiettivo. L’impegno di Sienambiente in questo senso è esemplare, sia sul fronte della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che dal recupero energetico dei rifiuti e dal biogas di discarica».

Ad oggi Sienambiente, direttamente o attraverso le società partecipate, ha realizzato impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (fotovoltaico, eolico e biogas) per una potenza complessiva installata (o in via di installazione) pari a circa 8 Mw che sommata all’energia prodotta dal termovalorizzatore di Foci corrisponde al fabbisogno di circa 70 mila abitanti (vale a dire un quarto della popolazione della nostra provincia). Da non dimenticare, infine, i benefici ambientali quantificabili in 83.000 tonnellate di CO2 annue evitate. Un risultato che si tinge ancora più di verde grazie alla particolare cura e attenzione dedicata alla scelta dei materiali utilizzati per i parchi fotovoltaici. «Non ci siamo voluti limitare al rispetto del pur fondamentale obiettivo dell’attuazione della normativa e delle linee guida in materia di energie rinnovabili a livello regionale e nazionale ma siamo oltre – ha spiegato il presidente di Sinergia Green Tech Marco Gagliardi – E’ per questo che, in coerenza con l’orizzonte e nel quadro di uno sviluppo sostenibile, per realizzare i basamenti dei pannelli fotovoltaici abbiamo privilegiato l’utilizzo di materiali di riciclo».